Ci chiediamo ogni giorno: qual è il ruolo di un’agenzia di comunicazione? Molto semplicemente, deve saper comunicare bene e, per farlo, un elemento fondamentale è sapere gestire e filtrare tutte le informazioni disponibili, oggi. Che rischiano di “intossicarci”. Ovviamente il marketing non è nocivo, in sé. Anzi è un toccasana, ovviamente. Come il cioccolato, come la panna montata (colesterolo a parte. Parliamo più che altro del buon umore che ci regala). Ma cosa succederebbe se ne mangiaste 10 chili, tutti in una volta?

Noi, come addetti ai lavori, comprendiamo realmente la necessità di misurare il ritorno degli investimenti per le attività di comunicazione. Analizziamo attentamente cosa si può fare e come, perché non sempre è così immediato. I manuali sono pieni di teorie. La realtà e piena di promesse e di piani che, a detta di chi li presenta, garantiscono risultati mirabolanti e successo senza se e senza ma.

Durante la partita Udinese-Lazio dell’8 aprile 2018, i giocatori friulani sono scesi in campo con 11 maglie diverse risalenti a passate stagioni del Club. Ogni maglia appartiene a un tifoso che l’ha collezionata e ora la dona all’Udinese con uno scopo ben preciso: vedere il proprio sogno avverarsi. Una persona, una maglia, una storia. Storie che potrebbero andare a comporre un universo narrativo "transmediale".

In una narrazione la storia ha quasi sempre inizio con il protagonista che vive in armonia e pace; all’improvviso succede qualcosa di grave o di sorprendente, che interrompe lo stato di quiete. L’eroe inizia il suo viaggio, necessario per ritornare alla pace originale. Succede la stessa cosa nel mondo reale: i clienti vogliono risolvere un problema che li affligge. Identificando e parlando del problema il cliente si sente compreso e si avvicina al nostro brand.

"Personas". Che strano termine! Un errore di battitura?!? Non proprio. A tutti sarà capitato di scrivere, o di immaginare di scrivere, un post Facebook per un cliente e pensare “Ma che bella idea ho avuto! Sono sicuro riceverà una marea di mi piace”. E se questo non è avvenuto, ti chiedi subito perché e dove hai sbagliato. Sì, effettivamente, il termine corretto è, personas non persone. Scopri chi sono.

In modo inconscio il nostro cervello analizza costantemente l’ambiente che ci circonda cercando, prima di tutto, le informazioni che soddisfano i nostri bisogni primitivi. Allora è lampante che quando parliamo del nostro business e raccontiamo la storia del nostro prodotto le persone non ci ascoltano e non sono interessate. Siamo spesso troppo focalizzati su “noi”, e non su “loro” (le persone, i clienti). Non li stiamo aiutando a soddisfare i loro bisogni e non genereremo interesse.

Qual è lo strumento migliore per promuoversi online? Google? Facebook? Mi hanno detto che per il mio settore è meglio Linkedin. La mail no, ho provato ma ho visto che poi proprio non le aprono. La verità è che per avere un riscontro concreto (un acquisto o una manifestazione di interesse, come la richiesta di un preventivo) servono tanti punti di contatto, tra il tuo brand e il tuo potenziale cliente.

Dove concentrare le proprie risorse e strategie? Google e Facebook sono amici, almeno tra gli strumenti più nel web marketing. Non sappiamo se lo siano anche come aziende. Certamente sono rivali, in molti settori. Anche se non hanno lo stesso modello di business, hanno sicuramente molte aree di sovrapposizione. Ma non è questo di cui vogliamo parlavi oggi. L’argomento del post è, invece, la scelta delle corrette strategie di comunicazione.

Avere in tasca uno smartphone di ultima generazione, o nella borsa una reflex che fotografa praticamente al buio, non significa necessariamente produrre immagini di forte impatto emotivo, in grado di raccontare correttamente la nostra storia.

Le immagini che vengono (forse troppo agevolmente) prodotte oggi con gli smartphone generano una tendenza, quasi inevitabile, all’appiattimento e all’omologazione.

Possiamo uscire dal “tunnel” degli stereotipi, per le nostre fotografie, analizzando quali potrebbero essere i trend visuali per il 2018.

Vi proponiamo l’articolo che abbiamo scritto questa settimana per il Blog di un nostro cliente: www.quickfotozoom.it

Il sito Digitalic ha provato ad analizzare bel dettaglio i dati degli algoritmi di ricerca di Depositphotos (un importante sito di immagini di Stock) e ha intervistato i migliori fotografi per prevedere i trend visuali del 2018.

Avere degli obiettivi nel web Marketing è sempre una mossa intelligente. Anzi per la verità è una mossa obbligatoria. Ma non tutti gli obiettivi si possono tecnicamente definire "intelligenti". È più che altro un gioco di parole, basata sul fatto che in Google Analytics, utilizzato per analizzare tutti (o quasi) i comportamenti dei nostri utenti, esiste una categoria particolare di obiettivi identificata, appunto, da questo aggettivo.

A partire dal 2018 potrete farvi rimborsare il 50% degli investimenti per lo sviluppo di soluzioni ecommerce Voucher per digitalizzare le Pmi: le domande, online dal 30 gennaio Hardware, software, telelavoro, banda larga, e-commerce. Ma anche formazione professionale nell’Ict ed efficienza aziendale. Con un voucher fino a 10mila euro a copertura del 50% dell’investimento,

Ci hanno insegnato a pensare in ottica di B2B, business to business, e di B2C, business to consumer. Oggi si parla sempre più di H2H, human to human. E se ne parlerà sempre di più in futuro. Tutta la nostra comunicazione è incentrata sulle emozioni, e sull'umanità, in prima analisi per motivi etici senza dubbio: la comunicazione deve avere un "valore" e questo valore lo troviamo nelle emozioni che è in grado di suscitare. La comunicazione fondata sull'emozionare funziona meglio di quella fondata sull'informare.

Come si misura il successo delle nostre azioni? Raccogliendo ed analizzando dati. Ma devono essere i dati giusti, e non sempre facile individuarli. Anche nella comunicazione vanno misurati gli elementi corretti. E non sempre la corretta misura dei risultati sono le vendite, ma sono ad esempio l’immagine che riusciamo a creare, la fiducia che riusciamo a trasmettere nel pubblico che ha iniziato a seguirci, le esperienze che i nostri prodotti sono in grado di regalare a chi li utilizza.

Leggendo, stamattina, della milionesima bufala diffusa su Facebook e condivisa, senza il minimo giudizio critico, da più di 100.000 persone, un pensiero si è "installato" quasi subito nella mente. Ha senso produrre contenuti di qualità? E renderli il centro e il valore aggiunto della propria proposta professionale? Quando, contemporaneamente, contenuti, non solo di scarsa qualità, ma addirittura fasulli, non reali, sono condivisi e apprezzati da un numero sempre maggiore di persone?

Prima i concetti fondamentali. Il concetto fondamentale è che i concetti fondamentali vanno detti e scritti per primi, sul web, all'inizio di un testo. Questo gioco di parole è il fondamento della cosiddetta "regola piramide rovesciata". L'applicazione della regola è il consiglio fondamentale che l’informatico danese Jakob Nielsen, guru dell’usabilità sul web e massimo teorico dell’ipertesto, dà a chi scrive per il web.

Prima i concetti fondamentali. Il concetto fondamentale è che i concetti fondamentali vanno detti e scritti per primi, sul web, all'inizio di un testo. Questo gioco di parole è il fondamento della cosiddetta "regola piramide rovesciata". L'applicazione della regola è il consiglio fondamentale che l’informatico danese Jakob Nielsen, guru dell’usabilità sul web e massimo teorico dell’ipertesto, dà a chi scrive per il web.

Ci hanno insegnato a pensare all'interazione con i nostri potenziali clienti, in ottica di B2B, business to business, e di B2C, business to consumer, ma in futuro si parlerà sempre più di H2H, human to human. È importante focalizzare l’attenzione sull’individuo come persona e non solo come consumatore. Da quando si decide la strategia di marketing, a quando si imposta la singola newsletter o il post su Facebook, è sempre importante parlare alle persone.

I Social Media network-based (come Facebook o LinkedIn), sono costruiti a partire dalle connessioni sociali fra gli utenti (network). I Social Media content-based (come Instagram, ma anche Twitter) sono costruiti a partire dai contenuti. Posso trovare contenuti che realmente mi interessano, a prescindere dall’estensione della mia rete sociale. Posso infatti sfogliare il social media content-based a partire da uno specifico argomento. Indivisuado dal famigerato simbolo #, il cosiddetto "hashtag".

"Nel Jazz tutti vogliono suonare in modo differente. Devi imparare ad ascoltare modi diversi di fare le cose. E, siccome suoni con gli altri, devi accordarti". Nell'improvvisazione jazzistica non si suona da soli, ma si suona in armonia  e nel rispetto delle caratteristiche peculiari degli altri musicisti. Ascoltare attentamente ciò che le persone hanno da dirci.  Lo si può fare anche leggendo ciò che hanno scritto.

cover-come-trattare-gli-altri-e-farseli-amici“Come trattare gli altri e farseli amici” è un libro scritto da Dale Carnegie nel 1937.
L’opera si è rivelata fin da subito un successo mondiale. Con 15 milioni di copie vendute e un posto nella lista dei 50 libri più venduti di sempre, questo libro rappresenta ancora oggi un classico della comunicazione efficace nonché un punto di riferimento nel panorama della letteratura manageriale.

Anna Sarcinelli ha il suo interior design studio in uno spazio attiguo a un’antica filanda tra la campagna di Cremona e Milano, dove lavora circondata da piante di limoni e agrumi, ulivi e bulbi. Ha una passione innata per i fiori, che sono una presenza costante nella sua vita e nelle sue creazioni.

Dal 1956 Apis produce cappellini per le squadre dei campioni di tutto il mondo. Il piano di comunicazione e promozione comprende lo sviluppo del nuovo sito in doppia lingua, sito che fin da subito ha ricevuto innumerevoli richieste di contatto e richieste di preventivo per nuove commesse.

Mi chiamo Paolo. Arrivo dal mondo del ferro, senza per questo esserne mai stato temprato, forse un po’ fuso… questo sì. Ho vissuto per anni il ferro lavorato e sagomato con tempi e modi sempre più veloci ed innovativi; così performanti da lasciarmi spesso sbalordito. Tanto performanti che alla fine il metallo era, come dire, semplicemente un pezzo: un freddo, utile, pezzo.

Eurotecno è, l’azienda del Gruppo Guarneri, leader nel settore del noleggio di mezzi da cantiere. Piattaforme aeree autocarrate, piattaforme aeree semoventi/verticali, sollevatori telescopici, autogru, tutti mezzi selezionati fra marchi più prestigiosi.

Termics, presente sul mercato italiano e Mondiale dal 1980, progetta, sviluppa e realizza una vasta gamma di sensori di temperatura (Termocoppie, Termoresistenze e Termistori) idonei a risolvere nel modo più appropriato l’esigenza del singolo utilizzatore.

Questa è la storia di una passione che nasce nella notte dei tempi. Una passione che nasce quando Roberto e Silvia, i titolari, “ancora portavano i pantaloncini corti”. Sì perché, alle volte, sono proprio i profumi e gli ambienti che frequentiamo da piccoli che rimangono impressi in noi tutta la vita. Negli anni, con tanta formazione e tanta gavetta, il tutto si è trasformato in SR Franca Equipe.