Attenti all’intossicazione da marketing

Ci chiediamo ogni giorno: qual è il ruolo di un’agenzia di comunicazione?

Molto semplicemente, deve saper comunicare bene e, per farlo, un elemento fondamentale è sapere gestire e filtrare tutte le informazioni disponibili, oggi. 

Informazioni che rischiano di “intossicarci”. Perché sono tantissime.

Ovviamente il marketing non è nocivo, in sé. Anzi è un toccasana, ovviamente.

Come il cioccolato, come la panna montata (colesterolo a parte. Parliamo più che altro del buon umore che ci regala).

Ma cosa succederebbe se ne mangiaste 10 chili, tutti in una volta?

Ci troviamo a fronteggiare 2 grandi problemi:

1. In Italia, nelle PMI, senza offendere nessuno, siamo tremendamente indietro lato marketing;

2. le informazioni sul marketing che si trovano on-line e off-line sono tantissime, sicuramente troppe.

Gli imprenditori, ma anche noi addetti ai lavori, che dobbiamo rimanere aggiornati su novità che si succedono a ritmi velocissimi.

Ogni giorno, o quasi,possiamo:

  • leggere nuovi libri, 
  • partecipare a corsi di formazione, 
  • ascoltare podcast 
  • scaricare tonnellate di white paper gratuiti
  • guardare video tutorial
  • leggere articoli, pillole, consigli sulle newsletter o sui gruppi a cui siamo iscritti 

Siamo andati letteralmente in overdose da informazioni.

Da un lato il marketing delle PMI (soprattutto delle imprese del B2B) è ancora a livelli molto basici,  per non dire quasi nulli. 

Allo stesso tempo però ci sono troppe fonti di informazione, da cui attingere, non tutte autorevoli, oltretutto.

Tante informazioni, confuse, senza una chiara linea guida, un percorso da seguire e tutte scollegate l’una dall’altra. 

Accedere a troppe fonti di informazione diverse, rischia di generare il caos, ci rende difficile fare una sintesi e avere quindi quell’unico filo conduttore che realmente serve e ci detta un strategia. 

È giusto che ognuno segua le fonti che ritiene più autorevoli, il consiglio però è di non esagerare con le informazioni.

Troppe  informazioni e “ben confuse” sono deleterie per qualsiasi impresa, soprattutto per una PMI che lato marketing ha ancora tutto da costruire e deve quindi partire dall’abc del marketing:

  • cose semplici, 
  • strategiche, 
  • importantissime.

Una volta, se avevi accesso a più informazioni degli altri, avevi un vantaggio. Ora per avere un vantaggio oggi devi essere in grado di “curare” le informazioni, di essere in grado di farle comprendere ad altri, e di separare ciò che è realmente di valore da ciò che è soltanto rumore. ​​​​​​​

Se una volta l’esperto era colui che aveva accesso a informazioni non accessibili a tutti, ora che tutti hanno accesso a tutte le informazioni, è esperto chi è in grado di sintetizzare, e di far emergere ciò che è realmente di valore.”

(Dan Pink)

SalvaSalvaSalvaSalva

22 agosto 2018
Creare un sito internet, oggi
Cos'è oggi un sito web? Essenzialmente un contenitore, una "scatola". I buoni contenuti e la presenza...