Il succo del Web Marketing, prima puntata: le parole chiave

Uno dei cardini del Content Marketing, un aspetto da considerare con grande attenzione, è il punto in cui si sovrappone alla SEO, definibile come l’arte e la scienza dell’ottimizzazione per i motori di ricerca.

Scegliendo le parole chiave giuste e scrivendo articoli utili per il lettore, che contengono proprio quelle parole chiave, nel titolo e nel testo dell’articolo, ci si può posizionare bene su Google. E si può aumentare il traffico sul proprio sito.

Scalare anche di una sola posizione la SERP (Search Engine Results Page) (la pagina dei risultati di Google), significa conquistare click e quindi potenziali contatti e clienti.

Google Trends è uno strumento molto utile per studiare le parole chiave più adatte.

Google Trends, https://trends.google.it/trends/?geo=IT, è un’enorme banca dati che raccoglie tutte le ricerche effettuate tramite Google, visualizzabili in base e diversi filtri: paese; intervallo temporale; categorie; tipologia di ricerca: testo, immagini, news, Youtube e Shopping.

Ecco alcuni consigli per l’utilizzo di Google Trends [tratto da: https://www.webmarketinggarden.it/google-trends-come-sfruttarlo-al-meglio/]

1 – Individuare i trend in declino o aumento

Individuare le ricerche il cui numero sta aumentando

2 – Le ricerche correlate

Google Trends è  molto utile anche per scoprire quali sono gli argomenti e le ricerche correlate ad un termine inserito.

3 –  La keyword giusta

A volta sono una lettera, o un sinonimo, a fare la differenza: email o e-mail? Counseling o counselling? Scegliere e puntare tutto sulla variante meno usata può essere un problema soprattutto se decidiamo di inserirla nel nostro nome a dominio.

4 – Come siamo messi con la concorrenza?

Possiamo anche confrontare la notorietà dei nostri concorrenti – meglio ancora, paragonandoli a noi stessi.

5 – Quali sono le domande più frequenti e come vanno impostate?

Vediamo, per esempio, che le domande più frequenti iniziano con “Come” e “Cosa”, almeno per quanto riguarda le ricerche in Google.

6 – Individuare i picchi di interesse e l’eventuale stagionalità

Se vendiamo panettoni e vogliamo assicurarci una buona visibilità, il periodo propizio per attivarci online (come in questo caso è del tutto ovvio) è dicembre, come confermano le ricerche Google. 

7 – Acquisire nuovo traffico

Se siamo alla ricerca di contenuti con cui portare traffico sul nostro sito, la funzione base di Google Trends è quella che fa al caso nostro, perché ci permette di vedere le ricerche più gettonate oggi e nei giorni passati. L’aggiornamento è praticamente in tempo reale.

È importante considerare che Google Trends non fornisce valori assoluti, in termini di numero di ricerche, ma appunto trends di ricerca, su una scala da zero a 100, sulla frequenza in cui una parola chiave viene cercata nel corso dell’anno. Per renderci conto di quanto un termine o un argomento siano ricercati, è sempre opportuno paragonarli con un termine simile. In questo modo vediamo, per esempio, se web marketing è più o meno cercato di web design.

E questo ci fornisce utili indicazioni per indirizzare i nostri sforzi, per produrre contenuti che aiutino a posizionare il nostro sito per quella determinata parola, cercata su Google.

Tanto per “dirvene una”… Perché questo articolo si intitola “Il succo del Web Marketing: scegliere le migliori parole chiave”, beh, perché Google Grande segnala “Il succo del Web Marketing”, come una chiave di ricerca che ha avuto un’impennata nelle ultime settimane.

“Il succo del web marketing” è anche un bel libro. Definito come…

Tutto ciò che gli IMPRENDITORI avrebbero dovuto sapere PRIMA di investire ONLINE

www.ilsuccodelwebmarketing.it

SalvaSalvaSalvaSalva

20 Marzo 2019
Quando il Brand sei tu
Oggi Noi siamo un marchio, siamo un Brand, siamo qualcosa di più di una...
29 Marzo 2019
Google Analytics, i dati e la strategia
Implementare strumenti di monitoraggio e tracciamento del traffico internet per le PMI, non richiede...