L’assurda regola del testo inferiore al 20% nelle inserzioni Facebook

l’immagine di copertina è “Steve Jobs Typography, Poster by Dylan Roscover”.

https://medium.com/@mattsterne/classic-advertising-examples-rejected-by-facebooks-20-text-rule-4e0876623c7

Facebook vorrebbe farci credere che un’efficace comunicazione visiva è costituita solo da scintillanti fotografie, prive di scritte, e illustrazioni.

Il testo che Facebook concede di inserire nell’immagine da associare ad un post promosso non può superare il 20% della superficie totale dell’immagine stessa.

” Troppo testo può apparire come spam e far pensare che il vostro annuncio sia di bassa qualità .”

Qualche tempo fa laggiù, qualcuno a Facebook ha perso la bussola, decidendo che questo era il modo giusto per ottenere un feed di notizie più pulito.

Testo sulle immagini non significa necessariamente contenuto di scarsa qualità.

“La tua inserzione non è stata approvata in quanto presenta nella sua immagine un’eccessiva quantità di testo che viola le Linee guida sulle pubblicità di Facebook. Il testo delle inserzioni visualizzate nella sezione Notizie non può occupare più del 20% dell’immagine.”

Ecco i lapidario avviso di Facebook, in caso di violazione delle linee guida sulla composizione delle immagini.

Questi avvisi di secco rifiuto non solo hanno causato una raffica di lettere di protesta da parte degli inserzionisti, verso Facebook, ma possono mettere in discussione il concetto stesso, l’essenza del graphic design.

La tipografia è sempre stata una parte vitale della pubblicità e della comunicazione visiva.

In passato, Facebook ha messo in evidenza il fatto che pagine pubblicitarie efficaci (pensate per la carta stampata) hanno un buon rendimento anche nell’ambito del social media marketing.

Quindi tutto quello che vedrete in questo link e nelle immagini sottostanti non sono pagine pubblicitarie efficaci, è solo spam.

L’inspiegabile e paradossale regola avrebbe autosacrificato 2 brillanti esempi di graphic design, in cui appariva lo stesso Mark Zuckerberg: la locandina del film che narra la nascita di Facebook, The Social Network, e la copertina dedicatagli da Time.

25 settembre 2014
I dubbi (infondati) sul content marketing
Il content marketing è al centro del modello di web marketing che abbiamo perfezionato...
23 dicembre 2014
Perché oggi è da pazzi rinunciare al content marketing
Per decine e decine di anni chi si occupava di marketing andava sul sicuro:...

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *